Mostra Antologica '30 anni di pittura' di Amleto Bertrand a Cassina de’ Pecchi, Milano



Data e Luogo:

Milano, 1988 SACC, Sezione Artistica Culturale di Cassina de' Pecchi, Milano

Descrizione:

Amleto Bertrand espone al SACC di Cassina de' Pecchi con una Mostra Personale antologica '30 anni di Pittura' dipinti e sculture del suo percorso artistico. Curatrice della Mostra la D.ssa Iole Barletta, Assessore del Comune di Cassina de' Pecchi, presideduta dal Direttore di Artecultura, dott. Giuseppe Martucci e presentata dal Critico d'Arte Prof. Domenico Manzella.

...E' da tempo che Amleto Bertrand pensava ad una sua antologica nella quale esporre, sia pure per campionature di tecniche e di cicli, che segnano il percorso della sua produzione artistica. E questo si é verificato a tutto merito programmandola nel bel Salone S.A.C.C. del Palazzo Comunale di Cassina de' Pecchi nell'immediata area dell'hinterland milanese nel cuore della vita popolare. Un'antologica nella quale si poteva ben ammirare la collocazione delle opere che, dal figurativo del primo momento pittorico di Bertrand all'evoluto informale che più contraddistingue l'operato dell'artista e sono tanti tanti i momenti di attenzione sulla mostra che il molto pubblico ha visitato nel giorno dell'inaugurazione e nei successivi.  Alla vernice sono intervenute presenze della vita artistica milanese, quali il Direttore di Artecultura Giuseppe Martucci e lo scrittore Prof. Domenico Manzella, che nell'occasione, non hanno mancato di esprimere la propria considerazione sulla nota opera di Bertrand.

Parole di rallegramento alla pittura di Bertrand sono anche venute dalla Presidenza del S.A.C.C., prof.ssa Jole Barletta come da tanti amatori che da tempo seguono il pittore nelle sue esposizioni.                            Ma, Amleto Bertrand non é solo un pittore di merito riconosciuto, in quanto nella sua antologica figuravano anche molte sue sculture realizzate in diversi periodi e circostanze. Si aveva così modo di constatare la facoltà apertamente creativa dell'artista con tensioni sperimentali e parascientifiche che lo ha visto interessato anche nella realizzazione di di preziosi modellismi navali e aeronautici. Realizzazioni di vero impegno che davano modo di conoscere dal vivo della considerazione di quale fantasia artistica sia dotato il Maestro.                                                                                                                                                                  Un pittore al quale piace il dipinto dinamico, colorato di accese tensioni che danno all'immagine una caratteristica di armonia moderna che appaga lo stimolo della realizzazione immediata. Una tensione vissuta fino al massimo della particolarità espressiva in cui si motivano gli stimoli professionali e d'animo che caratterizzano la vera opera d'arte. Una presenza di purezza intuitiva che libera l'artista dalle sue problematiche di comunicazione e che rallegra lo sguardo di chi osserva. (Marpanoza, da Riv. Artecultura, luglio 1988)

Torna all'elenco degli eventi

Vuoi informazioni sulle opere e sull'autore?


Contattaci